Determinare se l'imballaggio di trasporto riutilizzabile è la soluzione giusta per la tua azienda BY RICK LEBLANC

reusables-101a

Questo è il terzo e ultimo articolo di una serie di tre parti. Il primo articolo ha definito l'imballaggio riutilizzabile per il trasporto e il suo ruolo nella catena di approvvigionamento, il secondo articolo ha dettagliato i vantaggi economici e ambientali dell'imballaggio riutilizzabile per il trasporto e quest'ultimo articolo fornisce alcuni parametri e strumenti per aiutare i lettori a determinare se è vantaggioso cambiare alcuni degli imballaggi per il trasporto una tantum oa uso limitato di un'azienda in un sistema di imballaggio per il trasporto riutilizzabile.

Quando si considera l'implementazione di un sistema di imballaggio per il trasporto riutilizzabile, le organizzazioni devono adottare una visione olistica dei costi sia economici che ambientali dei sistemi per misurare il potenziale impatto complessivo. Nella categoria della riduzione delle spese operative, ci sono diverse aree in cui il risparmio sui costi gioca un ruolo chiave nel valutare se il riutilizzo sia o meno un'opzione interessante. Questi includono confronti di sostituzione dei materiali (monouso contro multiuso), risparmio di manodopera, risparmio di trasporto, problemi di danni ai prodotti, problemi di ergonomia/sicurezza dei lavoratori e alcune altre aree di risparmio importanti.

In generale, diversi fattori determinano se sarebbe vantaggioso cambiare tutti o alcuni degli imballaggi per il trasporto una tantum o per uso limitato di un'azienda in un sistema di imballaggio per il trasporto riutilizzabile, tra cui:

Un sistema di spedizione a ciclo aperto chiuso o gestito: una volta che l'imballaggio di trasporto riutilizzabile viene spedito alla destinazione finale e il contenuto viene rimosso, i componenti vuoti dell'imballaggio di trasporto vengono raccolti, preparati e restituiti senza molto tempo e costi. La logistica inversa, o il viaggio di ritorno per i componenti di imballaggio vuoti, deve essere ripetuta in un sistema di spedizione a ciclo aperto chiuso o gestito.

Un flusso di prodotti consistenti in grandi volumi: Un sistema di imballaggio per il trasporto riutilizzabile è più facile da giustificare, mantenere ed eseguire se c'è un flusso di prodotti consistenti in grandi volumi. Se vengono spediti pochi prodotti, i possibili risparmi sui costi dell'imballaggio di trasporto riutilizzabili possono essere compensati dal tempo e dai costi di tracciabilità dei componenti dell'imballaggio vuoti e della logistica inversa. Fluttuazioni significative nella frequenza di spedizione o nei tipi di prodotti spediti possono rendere difficile una pianificazione accurata del numero, delle dimensioni e del tipo corretti dei componenti dell'imballaggio per il trasporto.

Prodotti grandi, ingombranti o facilmente danneggiabili: Questi sono buoni candidati per imballaggi di trasporto riutilizzabili. I prodotti più grandi richiedono contenitori più grandi e costosi monouso o a uso limitato, quindi il potenziale di risparmio a lungo termine passando a imballaggi per il trasporto riutilizzabili è grande.

Fornitori o clienti raggruppati uno vicino all'altro: Questi sono i probabili candidati per il risparmio sui costi degli imballaggi di trasporto riutilizzabili. La possibilità di creare "corse del latte" (piccoli percorsi giornalieri di camion) e centri di consolidamento (bacine di carico utilizzate per smistare, pulire e allestire componenti di imballaggio per il trasporto riutilizzabili) crea significative opportunità di risparmio sui costi.

Le merci in entrata possono essere ritirate e consolidate per la consegna su base just-in-time più frequente.

Inoltre, ci sono alcuni fattori chiave che si prestano a livelli più elevati di adozione del riutilizzo, tra cui:
· Elevati volumi di rifiuti solidi
· Frequenti restringimenti o danni al prodotto
· Imballaggi costosi di consumo o costi di imballaggio monouso ricorrenti
· Spazio del rimorchio sottoutilizzato nel trasporto
· Spazio di stoccaggio/magazzino inefficiente
· Sicurezza dei lavoratori o problemi ergonomici
· Significativa necessità di pulizia/igiene
· Necessità di unificazione
· Viaggi frequenti

In generale, un'azienda dovrebbe prendere in considerazione il passaggio a imballaggi per il trasporto riutilizzabili quando sarebbe meno costoso degli imballaggi per il trasporto una tantum o a uso limitato e quando si sforza di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità fissati per la propria organizzazione. I seguenti sei passaggi aiuteranno le aziende a determinare se gli imballaggi riutilizzabili per il trasporto possono aumentare i profitti.

1. Identifica i potenziali prodotti
Sviluppare un elenco di prodotti spediti frequentemente in grandi volumi e/o coerenti per tipo, dimensione, forma e peso.

2. Stimare i costi di imballaggio una tantum e a uso limitato
Stima i costi attuali per l'utilizzo di pallet e scatole una tantum e a uso limitato. Includere i costi per l'acquisto, lo stoccaggio, la gestione e lo smaltimento dell'imballaggio e i costi aggiuntivi di eventuali limitazioni ergonomiche e di sicurezza dei lavoratori.

3. Sviluppare un rapporto geografico
Sviluppa un report geografico identificando i punti di spedizione e consegna. Valutare l'uso di "latte" e centri di consolidamento giornalieri e settimanali (bacini di carico utilizzati per smistare, pulire e mettere in scena i componenti di imballaggio riutilizzabili). Considera anche la filiera; potrebbe essere possibile facilitare il passaggio ai riutilizzabili con i fornitori.

4. Rivedere le opzioni e i costi di imballaggio per il trasporto riutilizzabili
Esamina i vari tipi di sistemi di imballaggio per il trasporto riutilizzabili disponibili e i costi per spostarli lungo la catena di approvvigionamento. Indagare il costo e la durata (numero di cicli di riutilizzo) dei componenti riutilizzabili dell'imballaggio per il trasporto.

5. Stimare il costo della logistica inversa
Sulla base dei punti di spedizione e consegna identificati nel report geografico sviluppato nella Fase 3, stimare il costo della logistica inversa in un sistema di spedizione a ciclo chiuso o gestito a ciclo aperto.
Se un'azienda sceglie di non dedicare le proprie risorse alla gestione della logistica inversa, può ottenere l'assistenza di una società di gestione del pool di terze parti per gestire tutto o parte del processo di logistica inversa.

6. Sviluppare un confronto preliminare dei costi
Sulla base delle informazioni raccolte nei passaggi precedenti, sviluppare un confronto preliminare dei costi tra imballaggi di trasporto una tantum o ad uso limitato e riutilizzabili. Ciò include il confronto dei costi correnti identificati nel passaggio 2 con la somma di quanto segue:
– Il costo per la quantità e il tipo di imballaggio di trasporto riutilizzabile ricercato nel passaggio 4
– Il costo stimato della logistica inversa dal passaggio 5.

Oltre a questi risparmi quantificabili, è stato dimostrato che gli imballaggi riutilizzabili riducono i costi in altri modi, tra cui la riduzione dei danni al prodotto causati da contenitori difettosi, la riduzione dei costi di manodopera e degli infortuni, la riduzione dello spazio richiesto per l'inventario e l'aumento della produttività.

Che i tuoi driver siano economici o ambientali, c'è una forte probabilità che l'incorporazione di imballaggi riutilizzabili nella tua catena di approvvigionamento avrà un impatto positivo sui profitti della tua azienda e sull'ambiente.


Orario postale: 10 maggio-2021